Lingua 

Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria | Mappa del Sito  | Sulle[EN]  | Registro degli Ospiti

www.medjugorje.ws » PDA version » Messaggi di Medjugorje » Riflessioni sui Messaggio di Medjugorje, 25 settembre 2005

Riflessioni sui Messaggio di Medjugorje, 25 settembre 2005

Other languages: English, Deutsch, Français, Hrvatski, Italiano, Polski, Slovenčina

 

Messaggio di Medjugorje, 25 settembre 2005

"Cari figli, con amore vi chiamo: convertitevi; anche se siete lontani dal mio cuore. Non dimenticate: Io sono vostra madre e sento dolore per ognuno di voi che è lontano dal mio cuore, ma Io non vi abbandono. Credo che potete lasciare la via del peccato e decidervi per la santità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. "

Nel messaggio di agosto la Vergine Maria, Regina della pace, di nuovo ci ha invitati ed esortati a vivere i suoi messaggi. Ella dice “di nuovo”, sempre, perché di nuovo dobbiamo rialzarci quando cadiamo; di nuovo dobbiamo riprendere il lavoro, la preghiera, la nostra conversione. Se guardiamo bene, vediamo che anche la nostra giornata è composta dalle stesse abitudini: i lavori, le cose che facciamo ogni giorno. Spesso le nostre giornate ci possono sembrare monotone, uguali. Tante volte dobbiamo ripetere certi lavori, tante volte nella giornata dobbiamo incontrare le stesse persone. Così anche le nostre preghiere: le ripetiamo, ma ripetendole le pronunciamo sempre meglio, con una coscienza sempre più sviluppata, che ci aiuta ad essere consapevoli davanti a Chi ci troviamo nella preghiera e a Chi rivolgiamo la nostra preghiera. Gli stessi messaggi della Madre Maria ci possono sembrare come una ripetizione. Lei li ripete con insistenza, con un amore che non si stanca, perché sa molto bene che questa è la strada che ci salverà, che salverà tutta l’umanità. La Madre Maria desidera che non dimentichiamo il suo Cuore che prega e intercede per noi. Desidera che non dimentichiamo mai la sua mano che ci guida a Gesù da 24 anni e tre mesi qui, a Medjugorje, come ha fatto in tanti altri posti dove è apparsa.

Spetta a noi aiutare la Madonna perché Ella ci possa aiutare. Oggi nel suo messaggio si rivolge a noi con amore; oggi nelle sue parole sentiamo l’eco delle parole di Gesù: “Convertitevi e credete al Vangelo” (Mc.1,15), credete all’onnipotenza di Dio che vuole salvarvi, guarirvi e liberarvi da tutto ciò che vi deforma e uccide. Nonostante che siamo lontani dal suo Cuore, Maria insiste e ci chiama. La Madre non può desistere, stancarsi, ritirarsi; l’amore verso di noi quasi costringe la Madre ad apparire per svegliarci dal sonno spirituale. Il bambino ha bisogno della madre, ma tutti noi, parlando spiritualmente, siamo come bambini, suoi bambini. Senza la mamma un bambino non può vivere e sopravvivere. Quando un bambino rimane senza la madre, sappiamo bene come sia per lui difficilissimo vivere. La nostra Madre non è solo un essere celeste, sconosciuto, o una Madre di legno o di plastica. Nostra Madre sente dolore, come Lei stessa dice, e soffre perché ha un cuore di carne, un cuore che ama e che soffre. Con l’amore va sempre insieme anche la sofferenza. La più grande sofferenza della Madre è quando i suoi figli non ascoltano, non obbediscono. E’ sofferenza per la Madre vedere che i suoi figli prendono la strada del peccato e della perdizione. L’amore vero si vede nei momenti della prova e della sofferenza. E’ facile amare l’altro quando ci è comodo vivere con lui; è facile amarlo quando ci è simpatico, ma è difficile quando l’altro diventa per noi un peso, ci infastidisce, non ci accetta, parla contro di noi. In questi momenti si vede quanto è grande il nostro amore. Direi che non ci sono diversi amori; c’è soltanto un amore. Come dice S. Giovanni: “Dio è amore” (Giov. 4,16). La resistenza dell’amore umano dipende da quanto si nutre da Dio, dal suo Cuore. Se siamo legati e ci nutriamo dell’amore di Dio, allora il nostro amore può sopravvivere a tutte le morti. Anche se gli altri ci lasciano, fossero anche le persone più care, l’importante è che noi non lasciamo mai Dio; che il nostro Dio sia per noi fondamento, fonte e sicurezza. Maria ci parla “con amore”. Anche Gesù , come dice il Vangelo, per prima cosa amò quel giovane e poi gli parlò; perché prima viene l’amore e poi l’invito di Dio (cfr Mc 10,17-22). Dio invita anche oggi. Non costringe nessuno. Dio ci invita attraverso la nostra coscienza, attraverso la Sua parola; ci invita anche attraverso gli avvenimenti della nostra vita, siano essi positivi o negativi. In questi nostri giorni Dio ci parla anche attraverso la Madonna, ci parla con la semplicità e la profondità delle sue parole materne, del suo Cuore. Maria crede che possiamo “lasciare la via del peccato”. Lei crede anche a te e a me; crede che possiamo deciderci per la santità. Non dobbiamo mai pensare che il nostro peccato, le nostre dipendenze e disperazioni, le nostre cadute ripetute, siano più forti della potenza e della misericordia di Dio. Dio può e vuole anche oggi operare i suoi miracoli nella nostra vita, nella nostra famiglia. Crediamo anche noi in Maria, come Lei crede in noi. Crediamo anche in noi stessi. Cominciamo a desiderare di essere convertiti, cambiati, di diventare persone nuove che camminano sulla strada di Dio.

PREGHIERA E BENEDIZIONE: Madre nostra Maria, grazie perché Tu non ti sei stancata con noi. Grazie perché Tu vuoi che il cuore di Gesù, il Tuo cuore e il nostro cuore siano un unico cuore di amore e di pace. Grazie perché ci chiami di nuovo alla conversione e al cambiamento della nostra vita. Liberaci Tu, o Maria, dall’inganno contenuto nel pensare che non dobbiamo cambiarci sempre di più e ogni giorno. O Madre, sveglia tutti noi che ci siamo addormentati nella nostra fede, perchè possiamo sempre di più scoprire le ricchezze dell’amore di Dio, che possiamo conoscere sempre di più l’infinita bontà e l’onnipotenza di Dio. Grazie perché rimani ancora con noi. Prega, o Maria, intercedi per noi, che possiamo rimanere con Te, che possiamo cercare Dio ogni giorno e sempre di più. Per intercessione della Beata Vergine Maria, Regina della pace, benedica voi, le vostre famiglie, e protegga da ogni male Dio onnipotente: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene a voi.

Padre Ljubo


Per confrontare i messaggi con altro linguistico verso assortire

 

PC version: Questa pagina | Medjugorje | Apparizioni  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Galleria[EN]  | Medjugorje Videos[EN]