Lingua 

Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria | Mappa del Sito  | Sulle[EN]  | Registro degli Ospiti

www.medjugorje.ws » PDA version » Messaggi di Medjugorje » Riflessioni sui Messaggio di Medjugorje, 25 febbraio 2006

Riflessioni sui Messaggio di Medjugorje, 25 febbraio 2006

Other languages: English, Deutsch, Español, Français, Hrvatski, Italiano, Polski

 

Messaggio di Medjugorje, 25 febbraio 2006

"Cari figli, in questo tempo di grazia quaresimale vi invito ad aprire i vostri cuori ai doni che Dio desidera darvi. Non siate chiusi, ma con la preghiera e la rinuncia dite sì a Dio e Lui vi darà in abbondanza. Come in primavera la terra si apre al seme e porta frutto il centuplo, così il Padre vostro celeste vi darà in abbondanza. Io sono con voi e vi amo, figlioli, con amore tenero. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. "

Maria, Madre di Gesù e della Chiesa, oggi con il suo messaggio desidera prepararci per il tempo liturgico della Quaresima che è davanti a noi. La Quaresima è il tempo liturgico che chiamiamo “tempo forte”. All’inizio del Vangelo, come all’inizio della Quaresima, sentiamo l’invito di Gesù: “Convertitevi e credete al Vangelo” (Mc. 1,15). In modo particolare il primo giorno della Quaresima sentiamo le parole: “Uomo, ricordati che sei polvere e che in polvere ritornerai”.

Come la Bibbia ci descrive, Dio ci ha creati dalla polvere e ha soffiato nelle nostre narici un alito di vita e così siamo divenuti esseri viventi a sua immagine. Dio ha messo sé stesso in ognuno di noi. Se rompiamo questo legame con Dio, e lo possiamo fare con la libertà che abbiamo ricevuto da Lui, allora in noi non abbiamo la vita, come ci dice Gesù. Ciò significa che senza Dio siamo morti, non esistiamo o viviamo ad un livello psico-fisico nel quale vivono anche gli animali. Se non cerchiamo Dio ogni giorno, rimaniamo senza il suo spirito e la sua forza. La Madonna è Madre e una vera Madre non può stare immobile a guardare i suoi figli che si perdono su questa terra. Le sue parole materne sono semplici e capibili, ma sono difficili quando le dobbiamo mettere in pratica nella vita concreta. Non dobbiamo però spaventarci e arrenderci davanti a questi suoi inviti. La Vergine Maria sa che possiamo, se crediamo, di potercela fare. Ella non cerca da noi quello che è impossibile. Come diceva S. Agostino: “Se gli altri potevano, lo puoi anche tu”. Se non abbiamo nessuno che ci incoraggia, dobbiamo incoraggiare noi stessi sulla strada del bene e della libertà che Dio ci vuole dare. Ma non siamo soli. La Madre è con noi e viene proprio per svegliarci e incoraggiarci.

Oggi ci dice : “Non siate chiusi” e “Aprite i vostri cuori”. Quante volte lo ha detto! Dio abita nel cuore di ognuno di noi, ma noi purtroppo possiamo essere fuori di noi stessi. S. Paolo ci insegna: “In Lui viviamo, ci muoviamo e siamo” (Atti, 17,28). Se fuggiamo da Dio e non gli crediamo, allora noi non siamo più noi stessi; come dice il salmista: “Lontano da te, o Dio, la vita non è più vita; non credere in te significa essere nessuno”. Poiché Maria è Madre, desidera che viviamo e che abbiamo la vita divina in noi. La strada che ci porta alla vita di Dio è l’apertura del cuore, la preghiera, la rinuncia, perché così possiamo ricevere quello che Dio ci vuole dare. Le rinunce, anche quelle piccole, ci aiutano, perché Dio può donarci quello che Lui vuole, non quello che noi desideriamo. Fare le rinunce per le rinunce, come anche pregare per pregare, non ha nessun senso se questi mezzi non cambiano il nostro cuore, se non cresciamo nell’amore verso Dio e verso gli altri. Il più grande pericolo nel quale possiamo cadere è il formalismo, nel quale doniamo a Dio le nostre preghiere, rinunce, digiuni, ma non gli doniamo il nostro proprio essere, il nostro proprio cuore perché Lui lo possa cambiare. Quando guidiamo la macchina per strada, troviamo tanti segnali stradali, i segnali del possibile pericolo; bisogna conoscere il significato di tutti questi segnali per guidare e non correre rischi. Così sulla strada che ci porta a Dio, bisogna conoscere tutti i segnali e i mezzi che ci aiutano ad avvicinarci ogni giorno di più al nostro Creatore, al nostro Padre.

Oggi nel messaggio la Madonna davanti a noi mette l’immagine della natura: la primavera, la terra, il seme. Dio ha messo nella natura le leggi naturali. Sappiamo bene come sono terribili le conseguenze quando l’uomo vuole cambiare queste leggi. Ma ancor più terribili sono le conseguenze quando l’uomo vuole cambiare le leggi di Dio che Lui ha messo nella nostra coscienza, nel nostro spirito, nella nostra vita. Rispettare e vivere queste leggi vuol dire vivere e avere la vita in noi: la sua vita, la vita di Dio.

INFORMAZIONI: I veggenti Ivan, Vicka e Marija hanno ancora le apparizioni quotidiane della Madonna. La veggente Mirjana ha le apparizioni della Madonna una volta all’anno e anche ogni 2 del mese. Il 2 febbraio Mirjana ha avuto l’apparizione della Madonna non nella Comunità Cenacolo a Medjugorje come di solito, ma nella sua casa. Questa volta la Madonna non ha dato nessun messaggio attraverso Mirjana.

Il 13° Incontro internazionale delle guide dei centri della pace, dei gruppi di preghiera, dei pellegrinaggi e dei gruppi di carità legati a Medjugorje, si svolgerà a Medjugorje dal 5 al 9 marzo 2006. Il tema dell’incontro è: “Mi sarete testimoni fino agli estremi confini della terra”.

L’11° seminario internazionale per i sacerdoti si svolgerà a Medjugorje dal 3 all’8 luglio 2006. Il tema del seminario è: “La spiritualità del sacerdote”. Le adesioni possono essere inoltrate al numero di telefono e fax 00387-36-651999 all’attenzione di Marija Dugandzic oppure tramite e-mail: seminar.marija@medjugorje.hr.

PREGHIERA E BENEDIZIONE: O Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa e nostra Madre, prega per noi in questo tempo di grazia quaresimale e guidaci sulle strade della preghiera e della rinuncia perché possiamo ricevere da Dio i suoi doni che vuole darci nel suo amore infinito. Tu, o Maria, vedi tutte le nostre schiavitù e i legami che ci legano al peccato. Siamo, o Maria, schiavi dei nostri comportamenti, del nostro egoismo e orgoglio, che non ci permette di essere umili, di riconoscere le nostre mancanze e di chiedere perdono a Dio, di chiedere perdono gli uni agli altri, di chiedere perdono a Dio che ci aspetta per mostrarci la sua infinita misericordia. Siamo, o Maria, spesso fissati alle nostre paure, ai nostri dubbi, ai peccati, alle colpe, che mettono alla prova la nostra fede in Dio onnipotente, in Colui che può fare tutto, che può creare in noi tutto nuovo. Prega per noi, o Maria, che Dio possa fare i suoi miracoli nella nostra vita, nelle nostre famiglie e nei cuori di tanti giovani affamati e assetati della vera vita, che solo Gesù può dare.

Per intercessione della beata vergine Maria, Regina della pace, benedica tutti voi, le vostre famiglie, tutti i gruppi di preghiera e vi protegga da ogni male Dio onnipotente: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Amen. Pace e bene.


Per confrontare i messaggi con altro linguistico verso assortire

 

PC version: Questa pagina | Medjugorje | Apparizioni  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Galleria[EN]  | Medjugorje Videos[EN]