Lingua 

Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria | Mappa del Sito  | Sulle[EN]  | Registro degli Ospiti

www.medjugorje.ws » PDA version » Articoli i Notizie » Gli interrogativi spingono le famiglie ad andarsene

Gli interrogativi spingono le famiglie ad andarsene

Birmingham Post-Herald sul Caritas di Birmingham

Other languages: English, Italiano

Sara Foss, Birmingham Post-Herald

Quando i Flynn e i Littiken si trasferirono a Caritas–Birmingham-essi lo fecero per i loro figli.

L’idea di una intera comunità in una fattoria dove i devoti Cattolici Romani potessero adorare insieme e lavorare uno accanto all’altro li attirava.

“Io volevo vivere una vita più semplice”ha detto Steve Littiken, che faceva l’appaltatore idraulico a Orlando,Fla.,quando lui e sua moglie ,Anna Littiken,decisero di trasferirsi nella Contea di Shelby nel 1992.

“Mi sono trasferito lì per i miei ragazzi”ha detto Littiken,44,padre di 7 figlii tra i 3 mesi e i 18 anni”e me ne sono andato per i miei figli”.

Come i Littikens,Pat e Laura Flynn volevano anche crescere i loro figli in un ambiente spirituale.Essi hanno 7 figli tra i 6 mesi e i 13 anni.

Le due famiglie erano amiche in Florida prima di trasferirsi a Caritas,una comunità religiosa che si trova nella Contea di Shelby 43 a Sterrett.I Flynns vivevano a Jacksonville e incontrarono i Littikens durante le manifestazioni e gli incontri anti-aborto.

Nel 1999 e 2000 i Littikens,i Flynns e altri residenti da tempo a Caritas lasciarono la comunità.

Tra le lamentele c’erano le lunghe ore di lavoro,la poca scolarizzazione e supervisione dei figli e un ambiente in cui virtualmente ogni dettaglio a partire da coloro che lasciano la proprietà fino al cibo consumato dalla comunità,tutto è sotto il controllo di Terry Colafrancesco,fondatore e presidente di Caritas.

Essi si ponevano anche domande sul come vengono gestiti i soldi della comunità.

Né Colafrancesco né gli attuali residente di Caritas hanno mai risposto alle richieste di interviste. Definendo qualunque commento negativo su Caritas come “calunnia” uno dei più vecchi residenti ,Ruth McDonald,sosteneva che la risposta non sarebbe stata cristiana.

Fondata da Colafrancesco nel 1981 Caritas distribuisce informazioni su Medjugorie,una cittadina rurale nella regione europea orientale della Bosnia-Herzegovina dove 6 giovani dicevano che la Vergine era apparsa loro nel 1981 con messaggi di pace e d’amore.

Nel dicembre 1999 20.000 o 30.000 pellegrini si recarono a Caritas per pregare con Maija Pavlovic Lunetti,una dei sei veggenti bosniaci che riferì le visioni di Maria nel sito di Caritas.La visita di Lunetti a Caritas fu un momento importante per la comunità che fu inondata di lettere e donazioni nelle settimane successive all’evento.

Ma la partenza di 11 adulti e 18 giovani dimostra che non va tutto bene a Caritas,hanno detto alcuni residenti.Essi hanno aggiunto di essere convinti che la comunità è formata da residenti a cui è stato fatto il lavaggio al cervello,di cui 40 rimangono accettando l’infelicità come sacrificio al Signore.

“Non è sacrificio se non c’è scelta “ha detto Mike O’Neill,62,che ha vissuto a Caritas dal 1991 al 1999.

“Nessuno di noi sembrava capire cosa stesse succedendo”ha detto Littlekin.”Queste sono persone molto consapevoli,persone che erano molto sincere nei confronti di quello che facevano.Noi non abbiamo capito che eravamo sotto controllo.Ci scherzavamo persino.Sostenevamo di avere tutte le qualità giuste per il culto.”

Fonti vicine alla comunità hanno detto che i residenti hanno tutti scelto di vivere lì.Una donna di 57 anni di Birmingham che ha visitato Caritas più di 20 volte ha detto”Sono davvero persone di preghiera.Non credo ci sia qualcosa che loro sono costretti a fare.Credo sia qualcosa che loro vogliono fare”La donna ha chiesto di non pubblicare il suo nome.

Sebbene tutti coloro che hanno lasciato Caritas abbiano detto che erano attirati dalla comunità per le sue promesse di realizzazione spirituale,hanno ammesso che spesso si sentivano confusi,stanchi,e timorosi mentre erano lì.

Pensavano di partire prima,dicevano,ma avevano paura che la loro partenza avrebbe attirato la punizione divina.

“In qualche modo avevo in testa l’idea che Caritas fosse una missione comandata da Dio e che se io non portavo avanti la missione Dio mi avrebbe punito in qualche modo”Littiken ha detto”Ma poi arrivai al punto in cui non mi interessava più.Avrei colto l’occasione”.

Articoli precedenti su Caritas suggeriscono che il desiderio per una vita religiosa è ciò che attira la gente verso la comunità e che li trattiene lì.

All’inizio le intenzioni di Colafrancesco sembravano pure e corrette,i primi residenti di Caritas hanno detto.

“C’erano tanti aspetti positivi”Littiken ha ammesso”Noi abbiamo assistito alle conversioni”.

La gente che si trasferiva a Caritas credeva di rispondere ad una chiamata Divina per insegnare al mondo cosa stava succedendo a Medjugorie.

“Io mi sentii chiamato a stare lì e diffondere i messaggi di Medjugorie”Littiken ha detto”Io non so come spiegarlo.Noi vivevamo lì e accettavamo tutto.”

Fonti vicine alla comunità sono stati d’accordo nel dire che la vita nella comunità non è facile.Una persona ha suggerito persino che i Flynns e i Littikens stanno cercando di motivare il trasferimento dei figli a Caritas puntando il dito non su una decisione sbagliata presa da loro ma su Colafrancesco.

Kyle Colafrancesco,il figlio più grande di Terry Colafrancesco,ha sostenuto che le lamentele su Caritas non sono indicative di un problema più ampio.

“Sol perché Steve o Pat non condividono Caritas,questo è un problema puramente personale”egli ha risposto quando è stato contattato in Georgia.

Ellen Edmunds,una residente del nord della Contea di Shelby che ha visitato Caritas circa 100 volte,è d’accordo.

“Io credo che la vita di una comunità sia probabilmente molto difficile”lei ha detto”Quando decidi di entrare nella vita comunitaria,l’intera questione è che il fatto che “Io sono responsabile”deve essere buttato via.Non si è più in controllo delle proprie decisioni.Tu ti impegni a fare quello che fa la comunità”.

Il Rev.-Michel McMahon,un sacerdote di Nostra Signora della Valle di Pelham,ha detto che occasionalmente i residenti ascoltano la messa nella sua parrocchia.

“Io discuto con loro”egli ha detto”Sono brave persone”.

Alla fine, l’atmosfera a Caritas divenne troppo oppressiva,hanno detto i Littikens,i Flynns,gli O’Neill e altre fonti.

In un’occasione,i Flynns e i Littikens hanno raccontato,le coppie sposate furono pregate di astenersi da rapporti per i 40 giorni che li avrebbero condotti alla visita di Lunetti.

“Supponevamo che fosse un modo per preparaci per essere puri”ha detto Pat Flynn,41.”la sessualità umana è una forma di espressione.Non c’ è a Caritas nessun tipo di espressione di cui Terry non abbia il controllo”.

“Noi cercavamo di fare tutto ciò che Terry chiedeva”ha detto Anna Littiken,40,moglie di Steve Littiken.

“Tutti volevamo fare quello che era giusto”.

I residenti di Caritas vivono in case mobili sistemate nella proprietà.

Quando lasciarono Caritas,i Flynns e i Littikens hanno ammesso che avevano poco denaro e nessuna casa dove tornare a stare.

I Flynns avevano venduto la loro casa in Jacksonville,Fla.,per trasferirsi a Caritas.Avevano acquistato una casa mobile per circa $18.000 per vivere a Caritas e vissero della somma restante dei loro risparmi fino a quando non finirono,ha confessato Pat Flynn,che aveva lasciato un lavoro di pubblicità e public relations per un fabbricante di piscine per trasferirsi a Caritas.

Quando i Littikens arrivarono a Caritas,essi avevano $9.600 che furono impiegati per comprare mezzi di trasporto per la comunità,disse Steve Littiken.

Flynnha detto che riceveva un salario di $302 ogni settimana mentre era a Caritas e Littiken disse che il suo salario era un po’ superiore,$400.

Le due famiglie erano tra i primi a essersi trasferiti a Caritas.

Un agente FBI in pensione che ha anche un piccolo aereo,O’Neill,prima seppe di Caritas tramite le lettere circolari dell’organizzazione e iniziò a fare delle commissioni nel 1990 usando il suo aereo.Nel 1991 vendette la sua casa a Cincinnati,comprò una casa mobile e si trasferì a Sterrett.Usò il resto del denaro per completare il pagamento del suo aereo che secondo lui vale $116.000.

Nel 1998 O’Neill si trasferì nella casa mobile a Chelsea con la moglie,Jacquie O’Neill,59.Sebbene il suo senso di frustrazione per Caritas è andato crescendo per molti anni,O’Neill ha detto che continua a lavorare nella comunità perché crede che diffondere Medjugorie tra la gente sia importante.

“Io ho visto anche del bene nella missione,ma ho anche visto Terry distruggerlo con determinazione”egli ha detto.

Jacquie O’Neill si è trasferita a Caritas appena dopo suo marito,ma era così infelice lì che ha deciso di lasciare la comunità dopo 10 mesi.

Ella ha detto di essersi stancata presto di vivere in un rimorchio mentre Colafrancesco e la sua famiglia continuavano a vivere in una casa di due piani attraversando la strada nel complesso principale di Caritas.”Terry diceva “Lasciate,lasciate,ma lui continuava a vivere a casa sua”Lei ha detto.

Lasciare Caritas è stato difficile,ha detto Jacquie O’Neill.

“E’ stato molto difficile per me farlo e ho continuato a sperare che Mike mi seguisse”lei ha detto.

Ma Mike O’Neill non ha seguito sua moglie per 6 anni e per quanto i due siano ancora sposati la separazione non è stata facile.

Ora O’Neill vola per la Air Carrier Inc.,una società che ha base all’aereoporto di Bessmer.Un giorno,lui dice,gli piacerebbe portare i pellegrini a Medjugorie.

Gli O’Neill hanno 5 figli dai 23 ai 32 anni.La più giovane,Kiera, vive ancora a Caritas,ma gli O’Neill dicono che non risponde alle telefonate.

Molte persone che hanno lasciato Caritas hanno detto che la missione della comunità ha iniziato a cambiare nel 1995.Invece di passare la maggior parte del tempo ad educare la gente su Medjugorie,la comunità ha iniziato a dedicare la maggior parte del tempo a lavorare alla fattoria e a costruire altri servizi per il lavoro e altri scopi.

“All’inizio il 95% della nostra energia era rivolta alla missione”Ha detto O’Neill”In seguito accadde che il 95% della nostra energia venne speso per la fattoria e per l’automantenimento”.

Un altro cambiamento graduale,hanno detto i primi residenti,è stato il livello di libertà personale di cui godevano gli adulti.

“All’inizio,là c’era libertà”ha detto Laura Flynn”Pat e io potevamo andare a mangiare fuori.Potevamo andare al cinema”.

Per le donne che sostenevano l’essere buone mogli e buone madri come le loro priorità,l’ aumento del carico di lavoro le sottraeva alla vita di famiglia,hanno detto.

Le madri erano spesso troppo occupate per potere badare ai loro figli piccoli e i bambini di 7,8 anni e 9 dovevano fare da baby sitters per lunghi periodi di tempo.

“C’erano anche adulti in giro,ma i bambini non venivano curati adeguatamente”ha detto Laura Flynn.

“Non sembrava che la vita di casa venisse tenuta in grande considerazione,visto che la missione veniva prima”Anna Litiken ha detto”Noi abbiamo fatto il nostro meglio.Era una vita stressante.La nostra idea fissa era che lo dovessimo fare per la Nostra Signora”.

Nacquero problemi anche con la Heritage Academy,un’organizzazione locale che controlla coloro che scolarizzano i figli.L’accademia decise di non iscrivere i figli di Caritas per l’anno 2000-2001.

Sebbene la decisione della Heritage sia stata influenzata dalle lamentele sulla scolarizzazione a Caritas dai genitori che avevano las ciato la comunità,l’organizzazione aveva già una particolare attenzione per Caritas prima che queste lamentele fossero espresse,ha detto Gilbert Douglas,amministratore della Heritage Academy.

La Heritage Academy è un ministero della Chiesa Presbiteriana Heritage Riformata di Birmingham.

“Noi eravamo un po’ a disagio per questo già prima di ciò”ha detto Douglas”noi dobbiamo sentirci a nostro agio con i nostri educatori”.

Douglas ha detto che egli per la prima volta si è allarmato per Caritas dopo avere letto un articolo di giornale che faceva riferimento alla “Scuola”di Caritas.Al tempo Douglas ha detto che credeva che i genitori stessi educassero i loro figli piuttosto che mandarli in altri tipi di gruppi scolastici.

“A quel tempo chiamai Terry e gli dissi”Io non ti ho autorizzato ad avere una scuola.Io autorizzo i genitori ad educare i propri figli.”Avevamo la sensazione che i genitori avessero sempre meno autorità sui loro figli”ha detto Douglas.

Un altro problema è stato che Caritas non forniva i test di valutazione richiesti da Heritage Academy,ha detto Douglas.

“Questa è stata un’altra piccola difficoltà”ha detto”Non abbiamo ottenuto i risultati che ci occorrevano.Abbiamo provato ad allentare un po’,ma ci è sfuggito di mano”.

Una ragione per cui i primi residenti sono rimasti a Caritas per così tanto tempo era la loro devozione alla missione dell’organizzazione e il loro desiderio di vivere con i Cattolici che la pensavano nello stesso modo.Un altro motivo era che avevano paura di andarsene.

Spesso,essi hanno detto,Colafrancesco parlava dell’incombente punizione”un tempo in cui il mondo sarebbe stato castigato da Dio per le sue colpe.

“Nonostante ci potesse essere il caos nelle messe,noi della Caritas saremmo stati ok,”Pat Flynn ha detto.

Alla fine,nonostante le loro paure di quanto potesse succedere se lasciavano Caritas,i Flynns e i Littikens hanno deciso che ne avevano abbastanza e hanno lasciato la comunità nell’aprile 2000.

Un altro residente di 27 anni ,Toby O’Byrnes,ha lasciato anche lui la comunità nello stesso periodo.Ha evitato di commentare.

In una lettera che Pat Flynn ha ricevuto ad agosto Colafrancesco ha negato molte delle accuse dei Flynns e ha insinuato che le persone che se ne erano andate avevano causato infelicità.

In merito alla partenza dei Flynns e dei Littikens Colafrancesco ha scritto”Abbiamo nascosto le lacrime,abbiamo allontanato la perdita dolorosa dai nostri cuori e siamo andati avanti.La sera in cui siete andati via ci siamo riuniti nell’auditorium e abbiamo aperto le porte a chiunque altro pensasse che forse la comunità non fosse per lui o per dire se avevano dubbi su come le cose fossero fatte o da me o dalla comunità.Tutti da parte loro hanno ribattuto e testimoniato che non potevano capire la vostra posizione”.

“Pat,tu come altri stai dipingendo un quadro in cui voi siete le vittime e io il carnefice.”la settima pagina continua”Io sostengo,comunque,che voi avete perso la grazia del restare qui.Le vostre azioni e gli altri che se ne sono andati insieme a molti innocenti,hanno creato un’atmosfera opprimente e soffocante per voi stessi.In altre parole,avete tentato di vedere la pagliuzza nel mio occhio senza vedere la trave nel vostro.”

Dopo avere lasciato Caritas,i Flynns e i Littikens si sono trasferiti in Florida.Dopo alcuni mesi,i Flynns se ne sono andati nel Michigan.

Pat Flynn sta lavorando come assistente amministrativa in una chiesa Cattolica e è freelance nella grafica.Sia Laura Flynn che Anna Littiken educano i loro figli a casa.

Entrambe le famiglie hanno chiesto che le città dove vivono non vengano nominate nell’articolo.

La sistemazione è stata difficile ma la Chiesa Cattolica e dei buoni sacerdoti li hanno aiutati tanto,dicono i residenti più anziani.

“La Chiesa è stata l’ancora di salvezza in tutto”ha detto Pat Flynn.

“E’ difficile,ma ci stiamo riuscendo.Dio è stato davvero buono”.

 

 

PC version: Questa pagina | Medjugorje | Apparizioni  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Galleria[EN]  | Medjugorje Videos[EN]